nexus
nexus

concorso

Ampliamento dell’istituto psicopedagogico Miralago di Brissago.

È un progetto di concorso a una fase, bandito dalla fondazione Rinaldi di Locarno, consegnato nel gennaio 2017.

L’autore e responsabile del progetto è Johnny Conte. Gli assistenti al progetto e alla stesura sono stati Felix Goulene e Lauro Riccabella nella fase di consegna.

Le immagini virtuali sono state elaborate da Laura Fuoco e il plastico è stato eseguito da Ivan Kunz.

descrizione

Il progetto prevede un volume compatto, inserito nel terreno come un tassello mancante, che crea un’ampia superficie piana al livello della passerella, completando e riordinando la circolazione esterna tra gli edifici esistenti.

Si inserisce nella direzione della strada principale. Viene sopraelevato e separato da essa dal terreno scosceso esistente, costituito da muri in sasso, roccia e vegetazione, quasi a sostenere il principio di riservatezza dell’istituto.

La superficie piana è una piazza verde, che diventa uno spazio di interazione dell’istituto.

La zona abitativa individuale è prevista su un unico piano per semplificare la vita degli utenti e degli assistenti.

Le camere sono orientate ad est, verso il lago. Il locale sorveglianti è previsto alla fine del corridoio, mentre i servizi necessari sono previsti di fronte alle camere.

Il corridoio centrale, con una larghezza adeguata, collega tutte le funzioni ed è illumunato da una corte interna aperta. In estate la corte può essere l’estensione dell’atrio interno, che è previsto volontariamente generoso, per creare una zona di interazione al piano.

La zona abitativa collettiva, con l’atrio di entrata dell’edificio, è prevista, come auspicato nel bando, al livello della pensilina e delimita verso nord la piazza verde esterna.

Il nuovo accesso pedonale a livello della strada, richiesto dal bando, è un foro in orizzontale nel terreno scosceso, come avviene usualmente nella regione .

La circolazione verticale interna del nuovo edificio viene concentrata in una posizione strategica, collegando non solo i piani del volume ma anche i diversi livelli esterni del istituto, quello del piazzale e quello della piazza.

Si prevede la struttura portante esterna in calcestruzzo armato a vista, eseguito con un cassero longilineo, quasi a ricordare un muro in pietra. L’isolamento termico viene applicato internamente.

Questa scelta costruttiva deriva dall’idea che il nuovo volume appare incassonato nel terreno come una roccia.

collegamenti

scarica le tavole di concorso

..
..

© 2017 Johnny Conte architetto